Settore tessile

Il settore tessile è uno dei campi in cui più è evidente la propensione all’internazionalizzazione di molte aziende italiane. Le cifre testimoniano che in questo ambito l’Italia rappresenta un’eccellenza mondiale, in crescita sia nella produzione sia nell’export: la filiera tessile made in Italy continua ad essere una delle realtà più performanti del settore tessile mondiale.

L’Accademia delle Lingue supporta le imprese tessili italiane nella propria strategia d’esportazione, sottolineando l’importanza delle traduzioni tecniche: tutte le informazioni relative al prodotto, come le caratteristiche della sua composizione e confezione, devono tradursi di forma rigorosa e precisa per garantire un risultato corretto. Le traduzioni in lingua consentono un sostanziale aumento della propria competitività sul mercato estero: comunicare i propri prodotti nella la lingua del paese di destinazione è il primo passo per una fiorente esportazione. 

Non solo traduzioni, ma supporto a 360 gradi: l’Accademia delle Lingue affianca le industrie italiane del tessile alle fiere di settore, con un servizio attento e mirato.

Le fiere selezionate da noi, per te

14/05 – 17/05

FRANCOFORTE 

Fiera internazionale dedicata alla tecnologia tessile, ai tessili tecnici e ai tessuti per l’abbigliamento anti infortunistico. Techtextil è la fiera ideale dove esporre o incontrare produttori specializzati in tessuti tecnici dedicati a diversi settori. In particolare i rappresentanti dell’architettura e dell’edilizia, dell’industria della moda e dell’abbigliamento, di quella automobilistica e aerospaziale, della medicina, dello sport e della protezione dai rischi avranno l’opportunità di trovare una varietà di prodotti adatti alle proprie esigenze. Automazione, personalizzazione, customizzazione e sostenibilità: queste le parole chiave della fiera, vetrina di prodotti high-tech e di tecnologie per la lavorazione di capi e tessuti.

26/06 – 28/06

FIRENZE

Appuntamento internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria, che si presta ad essere occasione per osservare le nuove tendenze di un settore in continuo cambiamento, a seconda di annualità e stagionalità. La fiera sarà punto d’incontro di aziende storiche e new entry dell’eccellenza della filatura, su scala internazionale. Una vetrina perfetta per le aziende del tessile che sentono di avere delle novità da raccontare ad un pubblico in costante ricerca di suggestioni creative. 

09/07 – 11/07

MILANO

Salone italiano del tessile (edizione estiva) che espone il top di gamma della produzione tessile italiana ed europea. Luogo d’incontro di espositori e buyer internazionali che si confronteranno sulle nuove tendenze, ma non solo: al centro del dibattito le sfide ineludibili che deve affrontare il settore tessile, per continuare a competere su mercati in continua trasformazione. I temi più caldi saranno quello della sostenibilità (di prodotto e di processo, che si concentra verso una produzione più attenta ai temi dell’ambiente) e dell’innovazione digitale (come importante driver di crescita del settore). 

17/09 – 19/09

PARIGI

Osservatorio delle tendenze da oltre 40 anni, il salone si propone come precursore di un palcoscenico della moda che decodifica, anticipa e decifra prima di tutti gli altri i nuovi codici della moda.Tessitori provenienti da tutto il Mondo presentano le loro collezioni in sinergia con le esigenze del mercato della moda e dell’industria dell’abbigliamento. Il Salone è apprezzato dagli operatori del tessile internazionali per il suo approccio professionale legato all’artigianalità di alta gamma, tra antica tradizione e nuove tecnologie. 

03/09 – 05/09

MONACO DI BAVIERA

La rassegna di tre giorni è dedicata al settore tessuti e accessori per abbigliamento, con una specifica sezione per le nuove tecnologie e una per il denim e lo sportswear. Il tema del riciclo creativo, sul filo rosso della sostenibilità e dell’innovazione sarà al centro di conferenze e workshop aperti a espositori e visitatori. l’accento sarà posto sulle nuove tecniche, ma anche sul patrimonio del settore, con la presentazione di pezzi vintage, così come sullo scambio di soluzioni e metodi innovativi. Spazio anche a tematiche come la trasparenza di filiera e il consumo consapevole.